• imgSlide5.png
  • imgSlide1.png
  • imgSlide4a.png
  • imgSlide9.png
  • imgSlide3.png
  • imgSlide0.png
  • imgSlide6a.png
  • imgSlide7.png
  • imgSlide10a.png
  • imgSlide2a.png
  • imgSlide8.png
  • imgSlide11a.png

Vademecum in caso di malattia

Un vademecum riassuntivo delle principali regole da rispettare in caso di malattia da parte dei lavoratori dipendenti: è questo il contenuto di una locandina che in questi giorni viene affissa in tutti gli ambulatori dei medici di famiglia della provincia di Firenze e nei principali ospedali fiorentini.

L’iniziativa,  frutto di una collaborazione tra la Direzione provinciale dell’INPS e l’Ordine dei Medici di Firenze, su proposta del Comitato provinciale dell’Inps fiorentina, nasce dalla necessità di ricordare ai lavoratori dipendenti i comportamenti da osservare durante l’assenza per malattia, per evitare errori nella compilazione del certificato telematico, possibili sanzioni e eventuali incomprensioni con il proprio medico.

Mentre, infatti, spetta al medico che rilascia il certificato di inviarlo telematicamente all’INPS, il lavoratore è comunque tenuto a controllare che i dati inseriti dal medico relativi all’indirizzo di reperibilità durante la malattia, siano corretti e completi.

Inoltre, per evitare di incorrere in successive sanzioni, il lavoratore dipendente che si ammala ha l’obbligo di rispettare le  fasce orarie di reperibilità anche il sabato e la domenica e nei giorni festivi; di avvisare l’INPS e il datore di lavoro in caso di variazione dell'indirizzo di reperibilità;  di assicurarsi che il suo nominativo sia ben visibile sul campanello  del domicilio indicato sul certificato e di rispettare le disposizioni del proprio contratto di lavoro in materia di assenze per malattia.

E’ importante anche sapere che ciascun medico che visita il lavoratore è tenuto al rilascio del certificato telematico. Oppure cartaceo, nel caso in cui non sia tecnicamente possibile l'invio telematico.

Leggi tutto: Vademecum in caso di malattia

Meningite: azioni di contrasto

A seguito della recente delibera di Giunta, pubblichiamo il comunicato della Regione Toscana sulla modifica del Calendario Vaccinale:

Viene introdotta un'ulteriore dose di vaccino nella fascia pediatrica, anche in considerazione della possibile caduta dell'immunità indotta dal vaccino dopo alcuni anni dalla somministrazione. Questo il nuovo calendario:

- prima dose dopo il compimento dell'anno di età dal 13° al 15° mese (preferibilmente al 15°),  con vaccino coniugato monovalente C;

- seconda dose dai 6 anni compiuti ai 9 non compiuti, con vaccino coniugato monovalente C;

- terza dose a 13 anni compiuti, con vaccino coniugato tetravalente ACWY.

Nella fascia di età 9-20 anni (dai 9 compiuti ai 20 non compiuti), ai ragazzi già vaccinati con una dose di vaccino da più di 5 anni, viene garantita l'offerta attiva e gratuita della seconda o della terza dose, con vaccino coniugato tetravalente ACWY.

Nella fase di transizione al nuovo calendario vaccinale, viene garantita l'offerta attiva e gratuita della vaccinazione ai non vaccinati di qualsiasi età, fino al compimento dei 20 anni.

Leggi tutto: Meningite: azioni di contrasto

Indennizzi per gli ex specializzandi: le richieste della FNOMCeO

“Prevedere che la remunerazione annua omnicomprensiva, di importo pari a 11.000 euro, sia riconosciuta indipendentemente dalla presentazione o meno di domanda giudiziale per il riconoscimento retroattivo di remunerazione o risarcimento del danno”.

È quanto ha chiesto la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici,rappresentata dalla Presidente Roberta Chersevani e dal Vicepresidente Maurizio Scassola, ricevuta in audizione davanti alla Commissione Istruzione pubblica, beni culturali del Senato nell'ambito dell'esame del disegno di legge n. 2400 “Disposizioni relative alla corresponsione di borse di studio ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione dal 1978, specializzati negli anni dal 1982 al 1992, e all'estensione dei benefici normativi ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione universitarie negli anni dal 1993 al 2006”.

Leggi tutto: Indennizzi per gli ex specializzandi: le richieste della FNOMCeO

Certificati scolastici: aggiornamento

La Regione Toscana, con un decreto del 30/12/2016, ha aggiornato la modulistica necessaria per autorizzare la somministrazione di farmaci indispensabili o salvavita agli alunni in ambito scolastico.

L'utilizzo di procedure e modulistica condivisa, non solo per la somministrazione dei farmaci, ma anche per le certificazioni sportive e altre tipologie di certificati, consente ai medici e ai dirigenti scolastici di rendere più semplice ogni tipo di intervento del medico, evitando fraintendimenti e incomprensioni che a volte possono insorgere.

Si ritiene opportuno, pertanto, riportare di seguito la modulistica aggiornata che i medici sono invitati ad utilizzare in tutti i casi di certificazioni mediche in ambito scolastico.

Biblioteca medica FNOMCeO-EBSCO

La disponibilità in un click di 2500 riviste full text tra medicina e odontoiatria e di decine di migliaia di abstract. L’accesso libero e completo a migliaia di articoli scientifici, normalmente leggibili solo a pagamento. Un ventaglio di 4000 schede di educazione per il paziente su malattie, terapie, prevenzione, stili di vita. Ancora, un sistema di supporto decisionale, fondato sulle migliori evidenze scientifiche, in grado di rispondere in pochi minuti a quesiti di pratica clinica e terapeutica.

Sono solo alcune delle possibilità che la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici offre da oggi ai propri iscritti tramite una convenzione con la EBSCO Information Services di Boston, uno dei principali fornitori mondiali di banche dati di letteratura scientifica.

Il nuovo servizio, offerto gratuitamente a tutti i medici e gli odontoiatri italiani, è stato presentato nella sede della FNOMCeO lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto: Biblioteca medica FNOMCeO-EBSCO