• imgSlide3.png
  • imgSlide8.png
  • imgSlide0.png
  • imgSlide9.png
  • imgSlide5.png
  • imgSlide4a.png
  • imgSlide2a.png
  • imgSlide1.png
  • imgSlide6a.png
  • imgSlide7.png

Burocratizzazione della professione

Il Presidente dell'Ordine dei Medici di Firenze, Dott. Antonio Panti, ha inviato alla Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, D.ssa Roberta Chersevani, un accorato appello contro la sempre più crescente burocratizzazione della professione medica a seguito di recenti provvedimenti normativi, auspicando una voce unitaria della categoria da far sentire nelle sedi competenti per riaffermare il ruolo e le funzioni del medico.

Vademecum per i medici neo-abilitati

A seguito del Giuramento Professionale che i giovani colleghi neo-abilitati hanno pronunciato venerdì 29 luglio presso la sede dell'Ordine, si ritiene utile riproporre il breve "vademecum" contenente una serie di informazioni pratiche che possono essere utili quando si comincia concretamente ad esercitare la professione.

Il "vademecum" è consultabile a questo link: http://www.ordine-medici-firenze.it/index.php/faq-domande-frequenti/101-giovani-neo-iscritti

Inoltre si riportano alcune slides di approfondimento, che possono essere d'interesse per temi specifici:





L'importanza dei vaccini

Pubblichiamo il documento approvato all'unanimità dal Consiglio Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri sull'importanza dei vaccini e a sostegno delle politiche sanitarie vaccinali.

Certificati non agonistici: gli sport esclusi

In attuazione alle disposizioni del Ministero della Salute, il CONI ha diramato una circolare alle Federazioni Sportive e agli Enti di promozione sportiva con la quale specifica gli sport per i quali non è necessario il certificato medico per l’attività non agonistica.

Si tratta di alcune discipline sportive per le quali l’impegno fisico è ritenuto molto ridotto o assente, tanto da rendere superflua la certificazione medica: gli sport di tiro, il biliardo, le bocce (ad eccezione del volo di tiro veloce), il bowling, il bridge, la dama, gli scacchi, il golf, la pesca di superficie, il curling, i giochi tradizionali. Per tutti questi sport, i praticanti non agonisti, anche se tesserati ad una società o associazione sportiva affiliata ad una Federazione sportiva o ad un Ente di promozione sportiva, non hanno obbligo di alcuna certificazione medica.

Leggi tutto: Certificati non agonistici: gli sport esclusi

Cure Palliative: certificazione medici

La Regione Toscana ha approvato una delibera con la quale dà il via alle procedure per la certificazione dei medici operanti presso le strutture di Cure Palliative.

Il Ministero della Salute, infatti, aveva stabilito nel 2013 che per operare nelle strutture dedicate alle Cure Palliative i medici dovevano essere specialisti in una delle seguenti discipline: Ematologia, Geriatria, Malattie Infettive, Medicina Interna, Neurologia, Oncologia, Pediatria, Radioterapia e Anestesiologia e rianimazione. Restava però aperto il problema dei medici non specialisti o specialisti in discipline diverse da quelle elencate che però lavoravano da tempo nelle strutture dedicate alle Cure Palliative e la cui esperienza professionale doveva essere valorizzata.

Sulla base di un Accordo Stato-Regioni, la Toscana ha adesso deciso di procedere alla certificazione di tali medici, purché costoro presentino apposita istanza entro il prossimo 16 gennaio 2017 e purché dimostrino di aver maturato almeno tre anni di esperienza professionale presso strutture dedicate alle Cure Palliative prima del 1° gennaio 2014.

In allegato il testo della delibera regionale e il modulo per presentare domanda di certificazione alla Regione Toscana.