• imgSlide1.png
  • imgSlide4a.png
  • imgSlide7.png
  • imgSlide0.png
  • imgSlide6a.png
  • imgSlide2a.png
  • imgSlide3.png
  • imgSlide10a.png
  • imgSlide11a.png
  • imgSlide9.png
  • imgSlide5.png
  • imgSlide8.png

Vaccinazioni: la FNOMCeO in campo per sfatare i falsi miti

Immagini shock, come quelle dei malati di tumore sui pacchetti di sigarette o delle vittime degli incidenti nelle campagne per la sicurezza stradale, ma raffiguranti i bambini (e gli adulti) danneggiati dalle malattie infettive: è stata questa la proposta sulla quale si sono trovati d’accordo i ricercatori, gli epidemiologi, i docenti universitari, i filosofi della scienza, i magistrati, i medici intervenuti al convegno organizzato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici sul tema “Vaccinazioni oggi”, appena conclusosi a Roma.

“Diffondere informazioni correttive per convincere a vaccinare è efficace con gli esitanti ma non con gli antivaccinisti radicali, che, presi dalla difesa delle proprie opinioni, non ascolteranno – ha spiegato Andrea Grignolio, filosofo della Scienza, docente all’Università la Sapienza di Roma e autore di numerosi libri e pubblicazioni sull’argomento. – È più utile ed efficace sostituire i (falsi) timori verso i vaccini con la paura (reale) dei rischi correlati alle malattie”.

Leggi tutto: Vaccinazioni: la FNOMCeO in campo per sfatare i falsi miti

Sordità: corretta compilazione del certificato

L'Ente Nazionale per la protezione e l'assistenza dei sordi ONLUS richiama l'attenzione dei medici nella corretta compilazione del certificato telematico per l'invalidità civile perché in caso di imprecisioni anche solo formali, la procedura di riconoscimento di invalidità può essere compromessa.

In particolare viene ricordato che per "Sordo civile" si intende il minorato sensoriale dell'udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva (fino ai 12 anni) che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato. In questi casi, nel modulo di invalidità civile, va contrassegnata la casella "Sordità".

Viceversa, nel caso di sordità acquisita non professionale, sordità di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, o di lavoro o di servizio, va contrassegnata la casella "Invalidità".

Atti convegno del 23 marzo 2016

Pubblichiamo gli atti del Convegno sui "Problemi quotidiani nell'esercizio della professione" che si è tenuto presso la sede dell'Ordine il 23 marzo scorso, dedicato ai giovani colleghi neo-iscritti all'Albo.

Si ringraziano i relatori per la loro cortese disponibilità e tutti i colleghi intervenuti per la loro costruttiva partecipazione.

Si ricorda, infine, che molte questioni pratiche e concrete sono affrontate e illustrate nelle FAQ di questo sito: http://www.ordine-medici-firenze.it/index.php/faq






Riscossione compensi tramite carte elettroniche (POS)

La legge di Stabilità 2016 ha esteso l’obbligo per i professionisti di accettare pagamenti anche mediante carte di credito tramite il POS anche per piccoli importi inferiori a 5 euro, tranne nei casi di oggettiva impossibilità tecnica.
 
La legge prevede poi che al fine di promuovere l’effettuazione di operazioni di pagamento basate su carta di debito o di credito e in particolare per i pagamenti di importo contenuto (ovvero quelli di importo inferiore a 5 euro), il Ministero dell’economia e delle finanze, con decreto, dovrà definire le commissioni interbancarie per le operazioni tramite carte di pagamento, in conformità alla normativa europea, al fine di promuovere l’utilizzo di tali strumenti, in particolare per i pagamenti di importo contenuto.
 
Infine, con i decreti ministeriali attuativi, saranno definite anche le fattispecie costituenti illecito e le relative sanzioni amministrative pecuniarie.

"Registro Italiano Medici". La posizione della FNOMCeO

Stanno pervenendo a numerosi medici italiani ulteriori solleciti di pagamento da parte del fantomatico "Registro Italiano Medici", stavolta tramite una società di recupero crediti con sede a Praga, che intima il pagamento entro pochi giorni, minacciando altrimenti l'instaurazione di un giudizio presso il Tribunale di Lisbona.

Fermo restando quanto sempre sostenuto circa l'illegittimità del preteso pagamento e dell'opportunità che i medici coinvolti non aderiscano alla richiesta di pagamento, la FNOMCeO informa di aver effettuato apposita segnalazione all'Antitrust, nonché di aver richiesto informazioni alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Capua Vetere che, fin dall'inizio, aveva aperto un fascicolo sul caso.

Eventuali sviluppi della vicenda saranno resi noti in seguito.