Ultim'ora

Cookies

Politica dell'Ordine Medici chirurghi ed Odontoiatri di Firenze sui Cookie

Ai sensi della normativa in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. n. 196/03 e ss.mm.ii) l'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Firenze– Via Giulio Cesare Vanini 15 - 50129 - Firenze, tel. (+39) 055.496522, fax (+39) 055.481045 - in qualità di Titolare del trattamento, è tenuta a fornire informazioni in merito alla propria cookie policy allo scopo di rendere note le procedure seguite per la raccolta, tramite i cookie e/o altre tecnologie di monitoraggio, delle informazioni fornite dagli utenti.

Informazioni importanti sul consenso

Utilizzando il nostro sito web o ricevendo le nostre e-mail, date il vostro consenso all’utilizzo di cookie in conformità con la presente «Politica dei Cookie».

Cosa sono i cookies

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.
Molti browser accettano i cookie per impostazione predefinita poiché i cookie facilitano la visualizzazione di determinati contenuti.

Se si sceglie di disattivare i cookie a livello di browser, alcuni siti Web potrebbero funzionare in modo diverso dal solito o potrebbe risultare impossibile accedere ad alcune sezioni dei siti.
Alcuni cookie sono essenziali per navigare nel sito dell'ordine dei Medici chirurghi ed Odontoiatri di Firenze e utilizzarne tutte le funzioni.

I cookie sono essenziali per il funzionamento di Internet e garantiscono un funzionamento più efficiente del Sito web, arricchendo l’esperienza di navigazione per esempio:

  • Ricordando le impostazioni inserite, così da non doverle modificarle ogni volta che si accede a una nuova pagina;
  • Memorizzando le informazioni inserite (ad esempio il nome utente, la lingua, il tipo di browser etc.).

Per maggiori informazioni su cookie e privacy si può consultare la documentazione presente sul sito del Garante della privacy al seguente link: www.garanteprivacy.it

 

Cookies di Prima Parte e Cookies di Terzi

Possiamo inviare cookies sul tuo dispositivo tramite il nostro Sito. I Cookies che inviamo sono definiti cookies di prima parte. I cookies di prima parte sono cookies che appartengono al Sito che li ha creati. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il Sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori del Sito.

Consentiamo anche a terzi di inviare cookies sul tuo dispositivo. La differenza tra un cookie di prima parte e un cookie di terzi riguarda il controllo da parte del soggetto che invia il cookie. Anche se consentiamo a terzi di accedere al Sito per inviare i cookies sul dispositivo dell'utente, non abbiamo il controllo sulle informazioni fornite dai cookies e non abbiamo accesso a tali dati. Queste informazioni sono controllate totalmente da terzi secondo quanto descritto nella relativa privacy policy.

Cookies di Sessione e Cookies Persistenti

Il nostro Sito può inviare cookies di sessione e persistenti sul tuo dispositivo. Mentre la differenza tra un cookie di prima parte e un cookie di terzi riguarda il soggetto che controlla l'invio iniziale del cookie sul tuo dispositivo, la differenza tra un cookie di sessione e un cookie persistente riguarda il diverso lasso di tempo per cui un cookie opera. I cookies di sessione sono cookies che tipicamente durano finchè chiudi il tuo internet browser. Quando finisci la tua sessione browser, il cookie scade. I cookies persistenti, come lo stesso nome indica, sono cookies costanti e continuano ad operare dopo che hai chiuso il tuo browser. Questo consente un accesso più rapido e più agevole al nostro Sito.

Utilizzo di cookie da parte dell'ordine dei Medici chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Firenze

Utilizziamo i cookie per offrirti ciò che desideri nel modo più semplice e veloce possibile. Questi cookies sono generalmente conservati sul tuo browser alcuni scadono alla fine della tua sessione altri vengono conservati per un periodo più lungo.


Organizziamo le informazioni ottenute da migliaia di visite e le analizziamo in maniera globale. Questo tipo di analisi è volta ad individuare le tendenze dei numerosi utenti che visitano il nostro Sito.


Il nostro Sito utilizza solamente cookies tecnici o assimilabili e non utilizza cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari. Di seguito sono descritte le tipologie che utilizziamo.

Cookies di navigazione

Vogliamo offrire un Sito di facile utilizzazione capace di adattarsi alle tue esigenze. Per fare questo, utilizziamo i cookie di navigazione per consentirti di visualizzare il nostro sito web, di farlo funzionare correttamente, di creare il tuo account, di effettuare il login accedendo ad aree riservate e utilizzando servizi dedicati. Questi cookie sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro Sito.

Cookies funzionali

Utilizziamo i cookie funzionali per ricordare le tue preferenze e per aiutarti a usare il nostro Sito web in modo il più efficace possibile, per esempio memorizzando dati su funzionalità che hai utilizzato in precedenza in precedenza. I cookie funzionali non sono indispensabili per il funzionamento del Sito web, ma aggiungono servizi migliorando l’esperienza complessiva di navigazione.

Cookies analitici

Utilizziamo i cookie analitici per capire meglio come gli utenti usano il Sito web, per capire cosa funziona e cosa no, per ottimizzare e migliorare il Sito e per assicurarci che lo stesso sia sempre stimolante per gli utenti. I dati che ricaviamo includono le pagine web visitate, il tipo di piattaforma utilizzata, informazioni su data e ora e dati come il numero di click su una determinata pagina, le parole cercate e i testi immessi durante l’utilizzo del Sito.

Cookies di terze parti

Nel corso della navigazione sul Sito l'utente potrebbe ricevere sul suo terminale anche cookies di siti o di web server diversi (c.d. cookies di "terze parti"): ciò accade perché sul Sito possono essere presenti elementi come, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web diversi dal Sito.

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Nome del cookie

Durata

_utmc

Al termine della sessione

_utmz

Sei mesi

_utmb

Due ore

_utma

Due anni

_utmt

0 minuti

Per maggiori informazioni sull’utilizzo del cookies da parte di Google clicca qui

Come gestire i cookie sul tuo computer

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Google Chrome

  • Seleziona "Menù Chrome" nella barra del tuo browser
  • Selezione "impostazioni"
  • Seleziona "Mostra impostazione avanzate"
  • Nella sezione "Privacy" clicca su "Impostazione contenuti"
  • Disattiva tutti i cookies selezionando "Impedisci ai siti di impostare dati" e "Blocca cookie di terze parti e dati dei siti"
  • Clicca su "OK"

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Chrome clicca qui

Microsoft Internet Explorer 6.0 o superiore

  • Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
  • Seleziona "Opzioni Internet"
  • Seleziona la voce "Privacy" e poi clicca su "Advanced"
  • Seleziona "Override automatic cookie handling"
  • Disattiva i "first-party cookie" selezionando la voce "Block"
  • Disattiva i "third party cookie" selezionando la voce "Block"
  • Disattiva i "session cookie" deselezionando la voce "Always allow session cookies"
  • Clicca su "OK"

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Internet Explorer 6 clicca qui

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Internet Explorer 7 e 8 clicca qui

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Internet Explorer 9 clicca qui

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Internet Explorer 10 clicca qui

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su Internet Explorer 11 clicca qui

Mozilla Firefox

  • Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
  • Seleziona "Opzioni"
  • Selezione la voce "Privacy"
  • Nell'area "Cronologia" scegli dal menù a tendina l'opzione "utilizza impostazioni personalizzate"
  • Disattiva i cookies deselezionando la voce "Accetta i cookie dai siti"
  • Clicca su "OK"

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei cookie su firefox clicca qui

Safari

  • Seleziona “Impostazioni” si trova in alto a destra ed è rappresentata con un ingranaggio
  • Seleziona la voce “Preferenze”
  • Dal pannello delle preferenze seleziona la scheda relativa alla “Privacy”
  • Per disabilitare i cookies, alla voce “Blocca cookies”, seleziona 'Sempre'. Seleziona l'opzione 'da siti di terze parti e sponsor' per disabilitare i cookies di fonti esterne alla pagina che stai visualizzando.
  • Clicca su “OK”

Come gestire i cookie sul tuo smartphone

Android

Browser predefinito: Internet

  • Avvia il Browser Web
  • Una volta che il browser è avviato, premi il bottone Menu del tuo telefono
  • Seleziona l’opzione "Impostazioni"
  • Seleziona la voce "Impostazioni contenuto"
  • Scorri la lista cercando la voce "Accetta cookie" e deseleziona il pulsante di spunta.

Chrome

  • Avvia il browser Chrome
  • Premi il bottone Menu del tuo telefono
  • Seleziona l’opzione "Impostazioni"
  • Seleziona la voce "Impostazioni sito"
  • Sposta l'interruttore della voce 'Accetta Cookies' sulla posizione 0.Per i cookie di terze parti, deseleziona il pulsante di spunta su "Consenti cookie di terze parti"

Firefox

  • Aprire Firefox per Android.
  • Toccare il pulsante menu (posizionato nella parte inferiore dello schermo o nell'angolo in alto a destra) .
  • Toccare Impostazioni (potrebbe essere necessario toccare prima la voce Altro)
  • Toccare Privacy.
  • Toccare Cookie e selezionare l'impostazione "Disattivati" che impedisce a tutti i tipi di cookie di essere conservati sul dispositivo.

IOS

Safari

  • Entra nel pannello di controllo delle "Impostazioni"
  • Seleziona la voce "Safari"
  • Nella sezione "Privacy e Sicurezza" selezionare "Blocca i Cookie"
  • Nel menu successivo scegliere "Sempre"

Chrome

  • Apri il menu Chrome
  • Seleziona "Impostazioni"
  • Nella sezione "Avanzate", seleziona "Impostazioni contenuti"
  • Sposta l'interruttore della voce 'Accetta Cookies' sulla posizione 0.

Windows phone

  • In Internet Explorer, tocca Altro > "Impostazioni", quindi tocca "Impostazioni avanzate". (Puoi accedere alle impostazioni per Internet Explorer anche da Impostazion inell' elenco delle app).
  • In Cookie da siti web, seleziona:
    • Blocca alcuni - consente di bloccare i cookie di terze parti.
    • Blocca tutti - consente di bloccare tutti i cookies.

Modifiche della dichiarazione sui cookies

Potremmo apportare delle modifiche sostanziali alla presente Cookie Policy. Consulta la numerazione nella parte inferiore di questa pagina per conoscere l’ultima revisione della presente Cookie Policy. Tutte le modifiche apportate entreranno in vigore non appena sarà pubblicata sul Sito Web la versione rivista della presente Cookie Policy.

 

Contatti

Per qualsiasi domanda, commento o dubbio relativo alla presente Cookie Policy del Sito puoi contattarci ai recapiti di cui vi è dettaglio in testata.

 

“Vers. 1.0 ”

Fatturazione elettronica

La FATTURAZIONE ELETTRONICA è la nuova modalità di emissione della fattura, che al posto del rilascio del documento cartaceo, prevede l'emissione in modalità digitale. Si tratta di un "inoltro telematico" strutturato tramite un sistema piuttosto complesso dove i dati della fattura vengono trasmessi, da colui che emette la fattura, ad un "sistema di interscambio" gestito dall'Agenzia delle Entrate e da questa dirottati al destinatario della fattura.

La Fattura Elettronica, quindi, non è una semplice versione in PDF di un documento cartaceo: è un "flusso dati" che viene trasmesso all'Agenzia delle Entrate e da questa inoltrato al destinatario.

Dal 31 marzo 2015 l'obbligo di emettere la Fattura Elettronica è stato introdotto per le fatture nei confronti degli Enti Pubblici e della Pubblica Amministrazione. Dal 1° gennaio 2019 tale obbligo riguarda anche le fatture emesse nei confronti dei privati.

ATTENZIONE: l'art. 10 bis del Decreto Legge n. 119 del 23/10/2018 convertito nella Legge n. 136 del 13/12/2018 e successivamente modificato dalla Legge di Bilancio n. 145/2018 art. 1 comma 53 esclude (per il 2019) i medici dalla Fatturazione Elettronica per le fatture sanitarie verso pazienti per le quali resta vigente l'obbligo della fattura cartacea. Viceversa la Fattura Elettronica è obbligatoria per le prestazioni verso assicurazioni, ditte, aziende, enti, altri professionisti, ecc.

Come funzione la procedura
La nuova modalità di emissione delle fatture riguarda sia le cessioni di beni (ad esempio vendita di prodotti) che le prestazioni di servizi (ad esempio le prestazioni professionali) ed è obbligatoria, sia per operazioni tra soggetti titolari di Partita IVA (imprese e professionisti fra di loro) sia nel caso in cui la cessione o la prestazione venga effettuata nei confronti del consumatore finale (ad esempio il paziente di un medico).
L’obbligo è a carico del soggetto che deve emettere la fattura (ad esempio il medico), che può provvedervi personalmente, tramite un apposito software gestionale certificato disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, oppure avvalendosi di un intermediario abilitato (ad esempio il commercialista). In ogni caso, sia che si provveda in proprio, sia che ci si avvalga del commercialista, dovrà essere generato un file nel formato XML, previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018.
Il file XML contenente la Fattura Elettronica dovrà essere trasmesso al cliente per mezzo del “Sistema di Interscambio”. Questo sistema funzionerà prima da verificatore dei dati inseriti, poi da “corriere”. Controllerà che la partita IVA e/o il codice fiscale inseriti siano validi e che appartengano ad un soggetto esistente e verificherà l’inserimento di tutti i dati fiscali. Superati questi controlli, provvederà a recapitare la Fattura Elettronica al destinatario all’indirizzo telematico (cosiddetto “codice destinatario” ovvero PEC) che quest'ultimo avrà eventualmente comunicato all’Agenzia delle Entrate.
Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali, ad esempio quelle emesse dal medico al paziente (anche se per il 2019 l'ipotesi non si verifica), saranno quindi a disposizione dei clienti nella loro area riservata sul sito web dell’Agenzia delle Entrate; il medico comunque dovrà consegnare al cliente una copia informatica (ad esempio salvata in pdf ed inviata per email) o cartacea ricordandogli che la fattura originale è consultabile e scaricabile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate.
Alla fine di questo ciclo, a conferma del buon esito dell'operazione, il Sistema di Interscambio fornirà a colui che ha emesso la fattura una “ricevuta di avvenuto recapito”. Potrà capitare che la fattura elettronica venga scartata dal sistema. In questo caso occorrerà correggere l’errore che ha prodotto lo scarto e inviare nuovamente il file della fattura corretta, altrimenti il documento sarà considerato non emesso.
E’ importante ricordare che le fatture che non saranno emesse secondo questo standard informatico saranno considerate come inesistenti.

La marca da bollo
Com'è noto, se la fattura sanitaria viene emessa in esenzione di IVA e supera l'importo di 77,47 euro, è necessario apporre la marca da bollo da 2 euro.
Tutto questo resta confermato per le fatture cartacee, ma per le fatture elettroniche la procedura è diversa: il medico deve aggiungere all'importo del suo compenso la somma di 2 euro per l'imposta di bollo (compilando la voce "Dati bollo" presente nella sezione "Dati generali" della fattura elettronica) e quindi deve riscuotere dal cliente il suo compenso maggiorato di 2 euro. Sarà poi l'Agenzia delle Entrate, con cadenza trimestrale, a rendere noto al medico l'ammontare dovuto dei bolli riscossi, sulla base delle fatture elettroniche emesse nel periodo di riferimento, e il medico dovrà provvedere al versamento tramite modello F24 o con addebito bancario.

Tempi di conservazione ed esclusioni
Le Fatture Elettroniche, emesse o ricevute, dovranno essere conservate per almeno 10 anni. Per “conservazione” non si intende il semplice salvataggio sul proprio computer, ma sarà necessario conservarle sulla base di un processo regolamentato tecnicamente dalla legge e che il software gestionale deve poter assicurare (conservazione “a norma”). Il software disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate garantisce tale conservazione. In ogni caso, qualunque sia il gestore della conservazione, il medico dovrà esprimere formale autorizzazione e assenso alla conservazione a norma di legge.
L’emissione della Fattura Elettronica continuerà a seguire le regole dettate dall’art. 21 del D.P.R. 633/1972, pertanto dovrà esser contestuale all’operazione. Come chiarito dalla Circolare 13/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate, la contestualità dell’operazione è data dall’emissione della fattura in giornata o nel caso di fattura differita (per tutte le operazioni effettuate nell’arco dello stesso mese in favore del medesimo cliente) entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. Prendendo ad esempio il caso di un medico che esegua una prestazione in favore di un paziente, la fattura elettronica dovrà essere inviata entro le ore 24 del giorno della prestazione.
Sono esonerati dall’emissione della fatturazione elettronica coloro che hanno aderito al cosiddetto “regime di vantaggio” (di cui all’art. 27, co. 1 e 2, del D.L. del 6/07/2011, n. 98) e coloro che rientrano nel cosiddetto “regime forfettario” (di cui all’art. 1, commi da 54 a 89, della L. 23/12/2014, n. 190), nonché i “piccoli produttori agricoli” (di cui all’art. 34, comma 6, del DPR n. 633/1972). Altro caso di esonero riguarda i cedolini ricevuti dai medici convenzionati dalla ASL competente per territorio (Risoluzione Agenzia delle Entrate 98/E/2015).
Inoltre la fatturazione elettronica non riguarda le operazioni ricevute ed effettuate da e verso soggetti non residenti in Italia, ma per esse è prevista una diversa procedura di comunicazione (cosiddetto “esterometro”).

Fatturazione elettronica "passiva"
Per "fatturazione elettronica passiva" si intende la ricezione da parte del medico di fatture elettroniche da parte dei suoi fornitori. Il medico, quindi, quando è "cliente" di un fornitore riceverà le fatture secondo la procedura sopra descritta.
I fornitori potrebbero chiedere al medico la sua PEC o il suo codice identificativo. Ogni medico dovrebbe già essere in possesso della PEC, per cui sarà sufficiente comunicare questa informazione ai fornitori per ricevere regolarmente le fatture elettroniche passive.

Vantaggi dall'uso della Fattura Elettronica
L’introduzione della Fatturazione Elettronica comporta le seguenti semplificazioni fiscali per i soggetti obbligati:
- esonero dallo Spesometro;
- priorità nei rimborsi IVA;
- riduzione dei tempi di accertamento fiscale.

Software dedicati
L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione un'applicazione gratuita utilizzabile sia su PC che su Tablet o Smartphone per la gestione dell'intero ciclo della fatturazione elettronica, compresa la conservazione a norma. Per ulteriori informazioni: https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/aree+tematiche/fatturazione+elettronica.
In ogni caso le aziende di informatica che forniscono applicativi agli studi medici stanno adeguando i loro prodotti per la gestione della fattura elettronica, per cui il medico che utilizza tali applicativi può chiedere maggiori informazioni al proprio fornitore software.
Infine si ricorda che la Fondazione ENPAM ha stipulato alcune convenzioni con aziende di informatica per offrire ai medici e agli odontoiatri opportunità vantaggiose anche in materia di fatturazione elettronica: in proposito consultare il sito internet www.enpam.it nella sezione “Convenzioni e servizi” – rubrica “Servizi informatici”.

Riepilogo
La fatturazione elettronica attiva (cioè la fattura elettronica emessa dal medico) è obbligatoria per prestazioni rese nei confronti di Pubbliche Amministrazioni, ad eccezione del caso dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta convenzionati con il SSN, i quali non sono tenuti alla fatturazione nei confronti della ASL per i loro compensi mensili (Risoluzione n. 98/E del 2015 dell'Agenzia delle Entrate). E' altresì obbligatoria per prestazioni nei confronti di strutture sanitarie private o di altri soggetti titolari di Partita IVA compresi i rapporti fra medici (es: sostituzioni e collaborazioni).
Viceversa, la fatturazione elettronica è esclusa (e permane l'obbligo della fattura cartacea) per le prestazioni rese nei confronti dei privati cittadini (assistiti), a norma dell'art. 10 bis del Decreto Legge n. 119 del 23/10/2018 convertito nella Legge n. 136 del 13/12/2018 e successivamente modificato dalla Legge di Bilancio n. 145/2018 art. 1 comma 53.
Sul versante della fatturazione passiva (cioè le fatture emesse dai fornitori del medico), ogni fornitore si comporterà a seconda del suo regime fiscale e, nel caso in cui sia obbligato alla fatturazione elettronica, il medico gli dovrà comunicare il proprio codice destinatario o la propria PEC. Per agevolare l'inoltro di tali dati, il medico può generare un QR Code (vedasi istruzioni sul sito dell'Agenzia delle Entrate).
La conservazione "a norma" delle fatture elettroniche, sia attive che passive, può essere assolta utilizzando il software messo gratuitamente a disposizione dall'Agenzia delle Entrate oppure tramite altri strumenti software disponibili sul mercato.


CODICE UNICO DELL'ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE

I fornitori di beni e servizi dell'Ordine dei Medici di Firenze dovranno inoltrare la fattura elettronica utilizzando il seguente Codice Ufficio: 833WWW

Sportello di assistenza Processo Telematico

A seguito degli accordi intercorsi fra l’Ordine dei Medici di Firenze e l’Ordine degli Avvocati di Firenze e nell’ambito della collaborazione con gli Uffici Giudiziari locali, si comunica che lo Sportello di assistenza specialistica al “Processo Civile Telematico-PCT” è a disposizione dei medici e degli odontoiatri iscritti all’Ordine di Firenze per informazioni e chiarimenti sul Processo Telematico e sull’utilizzo degli strumenti per interagire con il sistema informatico giudiziario e per il deposito degli atti processuali.

Lo Sportello è ubicato presso il Nuovo Palazzo di Giustizia di Viale Guidoni – Blocco B – Piano 3 – Stanza i19 ed è aperto al pubblico nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30. E’ a disposizione anche un servizio di assistenza email al seguente recapito: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Inoltre è stata attivata una convenzione con l'azienda MAAT SRL che collabora con l'Ordine degli Avvocati per il supporto informatico al Processo Civile Telematico per fornire ai medici che lo richiedono e che ancora non ne sono in possesso, della firma digitale operativa anche nell’ambito del Processo Telematico. Per acquistare la firma digitale è necessario seguire le istruzioni pubblicate di seguito e prenotare un appuntamento allo Sportello PCT per il ritiro del dispositivo di firma.

Sempre con la stessa azienda MAAT SRL, è attiva una promozione valida per i medici e gli odontoiatri iscritti all'Ordine di Firenze per usufruire di servizi di assistenza e formazione sul Processo Civile Telematico, che prevede uno scondo del 20% rispetto agli ordinari prezzi di listino. Per usufruire della promozione, seguire le istruzioni ed utilizzare il codice coupon descritte in questa brochure:

Infine si informa che, per venire incontro alle esigenze dei medici e degli odontoiatri che svolgono le funzioni di CTU presso i Tribunali, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici procede con cadenza mensile alla automatica iscrizione al REGINDE presso il Ministero della Giustizia di tutti i professionisti che hanno attivato la casella di posta elettronica certificata (PEC) e che l'hanno comunicata all'Ordine di appartenenza.

In questo modo il professionista che è in possesso della PEC sarà già automaticamente iscritto al REGINDE, che è condizione indispensabile per poter svolgere le funzioni di CTU secondo le nuove norme del "Processo Civile Telematico".

 

Obbligo di preventivo

L'Ordine dei Medici di Firenze si trova piuttosto spesso a dover affrontare contenziosi fra medici e pazienti che nascono dal fatto che il medico non ha fornito al paziente un preventivo di spesa e, al termine del rapporto professionale, il paziente contesta l'entità dell'onorario. Questo succede in particolar modo nel settore della Medicina Legale, dove i medici svolgono funzioni peritali (magari su incarico dell'avvocato) spesso senza prefigurare né al cittadino né al suo avvocato il costo del suo lavoro.

Leggi tutto: Obbligo di preventivo