Ultim'ora

ECM per tematiche di interesse nazionale e recupero debito formativo 2014-2016

La Commissione nazionale per la formazione continua, nel corso della riunione del 14 dicembre 2017 ha adottato una delibera nella quale ha ritenuto di indicare come tematiche di interesse nazionale i vaccini e le strategie vaccinali, la responsabilità professionale e la fertilità.

La Commissione ha ritenuto, inoltre, di indicare a tutti gli esercenti le professioni sanitarie l’opportunità di conseguire, per il triennio 2017-2019, un numero di crediti sui vaccini e le strategie vaccinali pari a 10 crediti. Il professionista sanitario avrà diritto, per i crediti conseguiti nel triennio 2017-2019 su vaccini e strategie vaccinali, ad un bonus, per il triennio formativo 2020-2022, pari al numero di crediti effettivamente conseguiti su tale tematica, fino ad un massimo di 10 crediti.

Maggiori informazioni: http://ape.agenas.it/comunicati/comunicati.aspx?ID=114

Inoltre, nella riunione del 25 gennaio 2018, la Commissione nazionale ha confermato la possibilità di "spostare" i crediti ECM acquisiti nel 2017 a recupero del debito formativo 2014-2016. Tale "spostamento" potrà essere fatto entro il 31 dicembre 2018, ma solo per i crediti conseguiti nel 2017. L'operazione di "spostamento" può essere effettuata autonomamente dal medico all'interno dell'area riservata del sito COGEAPS: www.cogeaps.it.

 

Riprende il corso FAD "Radioprotezione in Odontoiatria"

Il corso FAD "Radioprotezione in odontoiatria" gestito dal FORMAS e offerto gratuitamente dall'Ordine di Firenze e dalla Commissione Odontoiatri di Firenze a tutti gli iscritti all'Albo degli Odontoiatri della nostra provincia, ritorna fruibile online dal 15 gennaio 2018 e resterà aperto fino al 20 dicembre 2018.

In virtù delle nuove disposizioni regionali sull'accreditamento degli eventi FAD, il corso dà diritto a 12 crediti ECM.

Gli utenti che non hanno completato o che non hanno fruito del corso sono stati automaticamente riscritti all’edizione 2018 ed accedono con le credenziali in loro possesso.

Per qualsiasi problematica o necessità l’indirizzo mail dell’help desk rimane: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Di seguito la locandina del corso e le istruzioni:

Linee guida per la diagnosi radiologica in odontoiatria

Negli ultimi anni l'evoluzione della diagnostica radiologica e della relativa strumentazione ha avuto un grandissimo miglioramento sia qualitativo sia quantitativo. Nell'ambito delle iniziative promosse a tutela della salute orale il Gruppo tecnico sull’odontoiatria (GTO), operante presso l’Ufficio 2 del Segretariato generale del Ministero della Salute, ha proposto la costituzione di un Gruppo di esperti per redigere il documento di indirizzo Linee guida nazionali per la diagnostica radiologica odontoiatrica in età evolutiva al fine di fornire indicazioni chiare e univoche sui percorsi diagnostici radiologici per la presa in carico di problematiche odontoiatriche, negli individui in età evolutiva.

Il documento contiene indicazioni per radiologi, fisici medici, pediatri, odontoiatri, specialisti in chirurgia maxillo-facciale, ognuno per le proprie specifiche competenze.

Le raccomandazioni consentono al sanitario di individuare, tra le apparecchiature radiologiche in uso in ambito odontoiatrico (radiografici per endorali, ortopantomografi, cefalometri e Cone Beam Computed Tomography (CBCT)), quelle più utili per la risoluzione di specifici quesiti diagnostici, garantendo inoltre il minimo rischio di esposizione a radiazioni ionizzanti, nel rispetto del principio As Low As Reasonably Achievable (ALARA).

Legge sulle "Disposizioni Anticipate di Trattamento" (DAT)

Il testo sulle Disposizioni anticipate di trattamento e in materia di consenso informato, già licenziato dalla Camera dei Deputati, è stato approvato anche al Senato in via definitiva.
 
ll provvedimento affronta i temi del consenso informato, disciplinandone modalità di espressione e di revoca, legittimazione ad esprimerlo e a riceverlo, ambito e condizioni, e delle disposizioni anticipate di trattamento, con le quali il dichiarante enuncia, in linea di massima, i propri orientamenti sul "fine vita" nell'ipotesi in cui sopravvenga una perdita irreversibile della capacità di intendere e di volere. Per quanto riguarda i minori, il consenso dovrà essere espresso dai genitori o dal tutore o dall’amministratore di sostegno, tenuto conto della volontà della persona minore.

Leggi tutto: Legge sulle "Disposizioni Anticipate di Trattamento" (DAT)