Fatturazione elettronica

Dal 6 giugno 2014 è diventata obbligatoria per le prestazioni nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie Fiscali e degli Enti di Previdenza; dal 31 marzo 2015 l'obbligatorietà è estesa anche per tutti gli altri Enti Pubblici. Stiamo parlando della Fatturazione Elettronica, cioè l’inoltro telematico della fattura per vendita di beni e prestazioni di servizi nei confronti della Pubblica Amministrazione.

In pratica le ditte, le imprese ma anche i liberi professionisti che lavorano con la Pubblica Amministrazione non possono più inviare la classica fattura cartacea per la riscossione del dovuto, ma devono obbligatoriamente provvedere all’inoltro telematico. Questo “inoltro telematico” è strutturato con un sistema informatico piuttosto complesso in cui i dati della fattura vengono inoltrati ad un sistema di interscambio gestito dall’Agenzia delle Entrate e da qui dirottati all’Ente Pubblico che deve provvedere al pagamento.

La procedura interessa anche i medici e gli odontoiatri che svolgono prestazioni libero-professionali in favore di Enti Pubblici (ad esempio il Tribunale, l’INPS, l’INAIL, le ASL, gli Enti Locali, ecc.) e che adesso, per poter riscuotere il loro onorario, sono obbligati alla fatturazione elettronica.

Per poter assolvere a questo obbligo, il medico può agire in tre modi:
1) rivolgersi al proprio consulente fiscale di fiducia, in quanto i ragionieri, i commercialisti e i consulenti del lavoro possono svolgere il servizio in qualità di intermediari abilitati;
2) utilizzare in proprio il servizio gratuito "FERT" messo a disposizione dalla Regione Toscana sul sito https://fert.regione.toscana.it che consente l’inoltro telematico della fattura elettronica e che è a disposizione di tutti i professionisti titolari di Partita IVA che hanno necessità di emettere fattura nei confronti di un Ente Pubblico;
3) utilizzare una apposita procedura online aderendo ad una delle convenzioni riservate ai medici e agli odontoiatri italiani stipulate dall'ENPAM o dalla FNOMCeO. Per quanto riguarda l'ENPAM, è stata sottoscritta una convenzione con il gestore COMPED SERVIZI. Maggiori informazioni su tale convenzione sono disponibili sul sito ENPAM: https://www.enpam.it/convenzioni-enpam/comped-servizi-fatturazione-elettronica-alla-pubblica-amministrazione. Per quanto riguarda la FNOMCeO, sono state sottoscritte convenzioni con i gestori ARUBA e TELECOM. Maggiori informazioni su tali convenzioni sono disponibili sul sito FNOMCeO: www.fnomceo.it/fnomceo/showArticolo.2puntOT?id=133110.

Ogni professionista tenuto alla fatturazione elettronica potrà così valutare quale, fra quelle indicate, sia la soluzione più adatta alle proprie necessità.


PRECISAZIONE IMPORTANTE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE E I PEDIATRI:

L'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 98/E del 25/11/2015, ha diramato un importante chiarimento a proposito della fatturazione elettronica per i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta convenzionati con le ASL.

L'Agenzia ha chiarito che, così come prima dell'avvento della fattura elettronica questi medici non erano tenuti ad emettere una apposita fattura alla ASL per i loro compensi mensili (visto che era sufficiente allo scopo il cedolino mensile dei compensi emesso dalla stessa ASL), anche adesso, con l'entrata in vigore della fattura elettronica, questo obbligo non sussiste, rimanendo sufficiente il cedolino ASL.


 CODICE UNICO DELL'ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE

I fornitori di beni e servizi dell'Ordine dei Medici di Firenze dovranno inoltrare la fattura elettronica utilizzando il seguente Codice Ufficio: 833WWW