• imgSlide6a.png
  • imgSlide1.png
  • imgSlide9.png
  • imgSlide4a.png
  • imgSlide11a.png
  • imgSlide0.png
  • imgSlide5.png
  • imgSlide8.png
  • imgSlide10a.png
  • imgSlide3.png
  • imgSlide7.png
  • imgSlide2a.png

Meningite: azioni di contrasto

A seguito della recente delibera di Giunta, pubblichiamo il comunicato della Regione Toscana sulla modifica del Calendario Vaccinale:

Viene introdotta un'ulteriore dose di vaccino nella fascia pediatrica, anche in considerazione della possibile caduta dell'immunità indotta dal vaccino dopo alcuni anni dalla somministrazione. Questo il nuovo calendario:

- prima dose dopo il compimento dell'anno di età dal 13° al 15° mese (preferibilmente al 15°),  con vaccino coniugato monovalente C;

- seconda dose dai 6 anni compiuti ai 9 non compiuti, con vaccino coniugato monovalente C;

- terza dose a 13 anni compiuti, con vaccino coniugato tetravalente ACWY.

Nella fascia di età 9-20 anni (dai 9 compiuti ai 20 non compiuti), ai ragazzi già vaccinati con una dose di vaccino da più di 5 anni, viene garantita l'offerta attiva e gratuita della seconda o della terza dose, con vaccino coniugato tetravalente ACWY.

Nella fase di transizione al nuovo calendario vaccinale, viene garantita l'offerta attiva e gratuita della vaccinazione ai non vaccinati di qualsiasi età, fino al compimento dei 20 anni.

Rafforzamento delle misure di prevenzione: la delibera prevede l'offerta attiva e gratuita della vaccinazione antimeningococcica, con vaccino coniugato ACWY ai gruppi a rischio, anche sulla base dei risultati dello studio realizzato dall'Ars, con il contributo tecnico scientifico dell'Istituto Superiore di Sanità; e la promozione dell'offerta attiva e gratuita della vaccinazione agli adolescenti, attraverso un'apposita campagna, da condurre anche in ambito scolastico. Finora nella fascia di età 14-20 anni è stato vaccinato il 70-75% dei ragazzi. Non è ancora sufficiente, è necessario aggredire lo zoccolo duro del 10-15%.

Proroga della campagna straordinaria di vaccinazione antimeningococco C: la campagna, varata dalla Regione nell'aprile 2015, e già prorogata più volte, è stata ulteriormente prorogata fino al 30 giugno 2017.

Qui sono consultabili i risultati delle indagini condotte dall'Agenzia Regionale di Sanità sul fenomeno della Meningite in Toscana: http://www.toscana-notizie.it/-/meningite-i-risultati-delle-indagini-dell-agenzia-regionale-di-sanita

L'Ordine invita tutti i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta ad aderire alla campagna vaccinale contro il Meningococco, che rappresenta l'unico strumento valido per interrompere la circolazione della Neisseria Meningitidis. In particolare si raccomanda l'attenzione alle categorie a rischio, sollecitando la vaccinazione.

L'Ordine ricorda inoltre l'opportunità professionale e deontologica di rispondere esaurientemente ad ogni richiesta di chiarimento sui vaccini da parte della cittadinanza. In proposito si ricorda che sul numero n. 10 del 2015 di Toscana Medica sono state pubblicate le risposte alle domande più frequenti dei pazienti, che in ogni caso qui si riportano:

Si ricorda infine che gli aggiornamenti sulla vicenda sono costantemente disponibili sul sito della Regione Toscana.